Africa

Lomé brucia

27 04 2005 - 16:22 · Flavio Grassi

Come era prevedibile date le premesse, il figlio del dittatore quarantennale Gnassingbé Eyadéma è stato dichiarato vincitore delle elezioni presidenziali in Togo.

È immediatamente scoppiata una rivolta popolare e ora per le strade della capitale si combatte con barricate incendiate contro candelotti lacrimogeni e pietre contro pallottole di gomma.

Prima dell’annuncio dei risultati si era parlato di un governo di unità nazionale comunque finisse. Potrebbe essere l’unica soluzione incruenta, se Faure Gnassingbé manterrà la parola.

Reuters

Passaparola |   

Commenti

non è più possible commentare questo articolo

Cerca nel sito

Search