Italica

Cicchetto augurale

12 01 2005 - 11:21 · Flavio Grassi

C’è sempre un senso nelle azioni dei politici, anche nel caso delle comparsate come quella di Gianni Alemanno sul Bernina.

Questa è uscita il 10 gennaio:

...nella riorganizzazione interna del partito, che il triumvirato dei colonnelli (con La russa anche Matteoli e Alemanno) si appresta a compiere nei prossimi giorni, con cambiamenti nella struttura e nei dipartimenti, il nord avrà uno spazio molto maggiore rispetto a prima.

«L’Italia avrà il suo grande posto al sole!» diceva Lui. Con l’effetto serra e tutto il resto il sole non è più così desiderabile come una volta, perciò oggi i colonnelli di AN preferiscono guadagnarsi un posticino all’ombra della rosa camuna.

Chissà: forse l’impresa di Alemanno che parte alla conquista del Nord volando sul Bernina nasce da un ricordo adolescenziale. Si sarà ricordato del Mike Bongiorno postcaroselliano che si faceva depositare sul cervino da un elicottero per portare «Sempre più in alto!» la pubblicità di una grappa.

Soprattutto Alemanno si sarà ricordato della grappa che veniva così arditamente reclamizzata. Non una grappa qualsiasi: si trattava niente meno che della grappa Bocchino Sigillo Nero.

Ah, che meraviglioso augurio: «Sigillo Nero.» Sulla cima più alta della Lombardia.

Passaparola |   

Commenti

non è più possible commentare questo articolo

Cerca nel sito

Search