Asia

Democrazia da esportazione

27 10 2004 - 05:40 · Flavio Grassi

A conclusione di un processo-farsa e dopo aver subito torture e maltrattamenti di ogni genere, in Azerbaigian sette oppositori del regime del presidente Aliyev sono stati condannati a pene fra due anni e mezzo e quattro anni e mezzo di galera.

I condannati sono leader di partiti politici, deputati e giornalisti accusati di aver partecipato alle violente manifestazioni che si sono scatenate alla fine del 2003 dopo gli spudorati brogli elettorali grazie ai quali Ilham Aliyev ha ereditato la presidenza da suo padre Heidar (già alto esponente della nomenklatura sovietica).

Per chi non lo sapesse, l’Azerbaigian partecipa alla «Coalizione dei volenterosi» che sta portando libertà e democrazia in Iraq.

EurasiaNet, Human Rights Watch

Passaparola |   

Commenti

  1. Pfall ha scritto:”Per chi non lo sapesse, l’Azerbaigian partecipa alla ‘Coalizione dei volenterosi’”

    E per chi non lo sapesse EurasiaNet è uno dei tanti figliocci di Soros. Si vede che l’Azerbaigian non è abbastanza volenteroso. Aliyev è sulla strada buona per andare a fare compagnia a Shevarnadze.

    “Azerbaijan’s Precarious Balancing Act”:

    http://www.pinr.com/report.php?ac=view_report&report_id=211&language_id=1
    obender71    29 10 2004 - 10:12    #

non è più possible commentare questo articolo

Cerca nel sito

Search