America

Istigazione a delinquere

13 07 2004 - 03:55 · Flavio Grassi

Il solo fatto che si stia dibattendo una mostruosità come il rinvio delle elezioni mostra in tutto il suo splendore il fallimento senza speranza della politica di Bush. Già con l’uso di una locuzione come “guerra contro il terrorismo” i terroristi sono stati promossi da criminali comuni a controparti di una guerra, cioè interlocutori politici. E ora si ipotizza addirittura di lasciare a loro, ai terroristi, il compito di fissare il calendario elettorale—e quindi la durata in carica dei governanti: un attentato al momento giusto e la presidenza è prorogata. Bin Laden, al-Zarqawi o comunque si faccia chiamare la prossima testa dell’Idra non potrebbero sperare di meglio.

Newsweek, Los Angeles Times, Washington Post et al.

Passaparola |   

Commenti

  1. Rischiosamente stupido da fare e tremendamente simile a quanto si vorrebbe fare in Italia con lo spostamento in avanti delle elezioni regionali… :-/
    Giuseppe Mazza    13 07 2004 - 10:32    #
  2. già l’11/09/01 hanno consentito che avvenisse quello che è avvenuto. comunque pare che la proposta si sia arenata di fronte alla totale incostituzionalità. vedremo, la corte suprema ultimamente sta dando segnali di vita…
    albertaccione    13 07 2004 - 10:46    #
  3. Non c’è il minimo dubbio che la guerra al terrorismo combattuta mettendosene a capo, porta con sè l’effetto politico di potere usufruire dei suoi “onori” a piacimento. Tra questi c’è quello di potersi scegliere il ruolo da far assumere al proprio nemico. That’s war.
    oiraid    13 07 2004 - 19:24    #

non è più possible commentare questo articolo

Cerca nel sito

Search