Giornalismo e comunicazione

Magdi Allam

10 05 2004 - 16:59 · Flavio Grassi

Contravvengo alla regola “never complain, never explain” che cerco (di solito) di seguire.

Ho – come dire – il legittimo sospetto che, invece delle cose denunciate da Allam, dia fastidio il fatto che lui le dica.

L’unica cosa che mi dà fastidio è che un vicedirettore del più grande quotidiano italiano contravvenga in maniera così plateale all’obbligo deontologico della trasparenza nella qualifica delle fonti. Magdi Allam aveva l’obbligo di sprecare una riga per precisare che attualmente Munir Mawari lavora alla radio governativa “Voice of America”. Poi può intervistarlo quanto vuole.

Se io fossi un giornalista informatico e facessi parlare un “ex dipendente della Apple” che dice malissimo del sistema operativo Mac senza precisare che oggi quella persona è un dipendente della Microsoft commetterei una scorrettezza grave. È così difficile da capire?

E tante altre cose si potrebbero dire sull’intervista a Munir Mawari, ma ora non ho tempo di continuare a occuparmene.

Passaparola |   

Commenti

  1. Evidentemente non ha voluto capire.
    piero    10 05 2004 - 18:43    #
  2. Chi vi dice che il comportamento di Allam, non sia stato teleguidato??
    Che sia copto oppure no, evidentemente vuole continuare a far pubblicare i suoi libri alla Mondadori e soprattutto non fare la fine che ha fatto Rula Jebreal a Porta Porta.
    Antonello Leone    10 05 2004 - 19:36    #
  3. Pfaal di cosa ti preoccupi? Non hai fatto altro che riportare i fatti mostrando il comportamento evidentemente scorretto di Magdi Allam; del resto siamo ormai abituati all'atteggiamento islamofobo del pinocchietto d'Egitto ed ai suoi maldestri tentativi di disinformare i propri lettori.
    Non mi spiego come questo individuo possa godere di tanta credibilità da scrivere sul primo quotidiano d'Italia...mah...
    J.C. Maxwell    10 05 2004 - 21:10    #
  4. Ma non vi siete accorti che per i vostri giochetti politici alla fine siete diventati i migliori alleati di Bin Laden? Complimenti !
    fabio    11 05 2004 - 10:42    #
  5. Magdi Allam ha dalla sua una cosa:
    ha ragione a sostenere la pericolosità dei terroristi. Magari non ha ragione sui modi o sui metodi che indica per sconfiggerli, ma sulla loro pericolosità e sopratutto sul ruolo che svolgono sia nelle società arabe si in quelle occidentali.
    Ha ragione quando dice che quella "bastarda" minoranza è aggressiva e pronta a prendere con la forza il soppravvento nelle società arabe, e nelle nostre. Sono un pericolo per noi e per tutto il mondo. Questo dice. E in questo ha ragione. Che poi sia scorretto, non scorretto, ecc.. è un fatto secondario. Il succo è puro.


    (e non dimentichimaoci il ruolo svolto dai terroristi nelle società orientali dall'Iran a Timor Est passando per le Filippine ecc..)
    Panka    12 05 2004 - 00:21    #
  6. X Maxwell: Magdi Allam ha fatto una scorrettezza. Che sia scorretto in generale è una sua personale inferenza.
    X Pfaal: Chiedo scusa per il tono dei commenti di ieri.
    Matthias    12 05 2004 - 08:34    #
  7. Matthias, sulla scorrettezza di Magdi Allam si possono fare altri esempi. Tempo fa, per esempio, commentando il dato secondo cui ci sarebbe stato negli ultimi anni un incremento del 6% di utenti internet a Gaza, scrisse che quel 6% sarebbe costituito interamente da "aspiranti kamikaze" che utilizzano la rete per scopi di terrorismo. Infastidito da queste affermazioni gli chiesi, tramite forum, se fosse mai entrato in un internet point di Gaza e se avesse le prove per dimostrare ciò che affermava; lui non solo non mi rispose ma non pubblicò nemmeno il messaggio sul forum.
    Alla faccia della correttezza...
    J.C. Maxwell    12 05 2004 - 10:05    #
  8. Sono un'egiziana musulmana praticante per convinzione anche se non porto il velo e quindi diversa dallo stereotipo della donna araba musulmana. Ho sentito dire da Bruno Vespa che Allam e' "islamico" , ma poi ascoltando quest'ultimo mi e' venuto il dubbio, anzi la certezza che musulmano non lo era assolutamente e quindi la curiosita' mi ha spento a navigare per internet cercando di sapere di che religione e' lui e cosi sono capitata in questo blog. Non ho mai visto un musulmano filoisraeliano che benedice l'unica forma di occupazione militare rimasta sulla terra. E' vero che gli attentati contro donne e bambini e' un gravissimo delitto, ma dall'altra parte anche trucidare i civili palestinesi sistematicamente e distruggerne le case e' il terrorismi in se' a cui i palestinesi rispondono con questi attentati. Allam non ha mai speso una parola per condannare quello che fanno gli isaeliani contro i popolo palestinese privato dalla propria terra e dal diritto di una vita degnitosa, e questo non e' un atteggiamento di un musulmano. Anzi il nostro giornalista afferma che gli attentati contro i civili israeliani non finiranno anche se i palestinsi formano un loro stato libero!!! Ma se il leader di Hamas, Yassin, assassinato ultimamente, aveva sempre detto "Concuistata la nostra liberazione, si fermera' automaticamente la resistenza", com'e' possibile che un giornalista come Allam dice l'opposto??!!!! Sara' un indovino!!

    Per quanto riguarda i percentuali assurdi sparati sempre da Allam l'ultima era quella degli integralisti islamici filobinladen nel mondo islamico: Il nostro sommo giornalista afferma che questa percentuale e' il 10%!!!! 10% da 2 MILIARDI di musulmani del mondo!!! Mica ha fatto un sondaggio!!Per quanto io sappia Bin Laden e' la figura piu' oddiata in assoluto dopo Bush nel mondo islamico! E' la figura che ci fa piu' paura, lui ha nel mirino tutto l'universo e si sa benissimo quanto l'egitto abbia patito il terrorismo per non parlare poi dell'Algeria, dell'Afganistan..ecc.

    ALLAM, VERGOGNATI!!!


    Marwa    16 05 2004 - 09:13    #
  9. Magdi Allam ! parla bene la lingue italiana,nessuno lo nega, ma che lavora per Israele é una certezza,forse aveva sbattuto la testa da piccolo!
    anwar    17 05 2004 - 15:10    #

non è più possible commentare questo articolo

Cerca nel sito

Search