Iraq

L’America scopre di essere in guerra

26 03 2003 - 16:09 · Flavio Grassi

E non gli piace.

Il New York Times di oggi parla di un sondaggio condotto insieme alla CBS, che mostra la caduta verticale delle aspettative di una soluzione veloce della guerra.

L’articolo riporta anche alcuni brani di interviste raccolte fra la gente.

“Penso di essere stata dentro un sogno allucinato quando pensavo che nessuno sarebbe rimasto ucciso” ha detto Shirley Johnson, una 79enne di Davenport, Iowa, iscritta al partito Repubblicano. “Ma all’improvviso la gente ha cominciato a morire e ora sono sconvolta.”

Pam Wallman, sessantenne di Fort Lauderdale, Florida, ha detto: “Penso che l’opinione pubblica americana sia stata fatta fessa con la convinzione che le nostre truppe potessero semplicemente andare lì, ripulire tutto quanto e tornare a casa in dieci giorni.”

L’espressione che ho tradotto come “sogno allucinato” è “pipe dream”. Letteralmente vuol dire “sogno da pipa”, cioè un sogno indotto dal fumare oppio.

I fumatori di oppio pagano i bei sogni con un risveglio molto sgradevole. E tanto più abbondante è stato l’oppio fumato e quindi lungo e profondo il sonno, tanto più doloroso è il risveglio.

Temo che il ritorno alla realtà della mia amata America sarà insopportabilmente doloroso: la pipa è stata caricata con una dose di oppio quasi suicida. E purtroppo non è ancora del tutto vuota.

Passaparola |   

Cerca nel sito

Search