Iraq

Ancora Shock and Awe

25 03 2003 - 12:07 · Flavio Grassi

L’espressione è il titolo di un documento pubblicato nel 1996 (1996!) da un centro di studi strategici del Pentagono.

La lettura del documento è appassionante.

Il sottotitolo è: “Achieving Rapid Dominance”: ottenere una rapida supremazia.

La dottrina della Rapid Dominance è il fulcro del rapporto, in cui si leggono brani come questi:

Data questa realtà della nostra supremazia militare, che può estendersi e si estenderà nel futuro per un tempo considerevole, a patto che siamo pronti a usarla…

L’addestramento, il morale e la prontezza al combattimento sono beni deperibili che richiedono sia un generoso investimento di risorse sia un costante nutrimento (careful nurturing).

Oggi il più grave ostacolo da fronteggiare per mantenere la supremazia militare potrebbero consistere paradossalmente, nel superare l’inerzia derivante da questo successo. Potremmo diventare il nostro peggior nemico.

Il principale meccanismo per ottenere questa supremazia è precipitare l’avversario in condizioni di “Stupore e terrore” (Shock and Awe: qui nasce l’espressione) tali da convincerlo o costringerlo ad accettare i nostri fini strategici e obiettivi militari. Chiaramente devono essere impiegati inganno, confusione, misinformazione e disinformazione, anche in dosi massicce.

Meditate, gente, sui briefing del generale Frank e sulle notizie che arrivano dai corrispondenti “embedded” (traduzione letterale: “fermamente trattenuti da una massa circostante”) nei reparti militari.

Passaparola |   

Cerca nel sito

Search