Congo RD

Congo: parlano i bambini soldato

9 09 2003 - 12:09 · Flavio Grassi

Kalami ha quindici anni, e negli ultimi sei anni ha combattuto nelle fila di uno dei gruppi armati che si massacrano a vicenda nella Repubblica Democratica del Congo:

Ci veniva ordinato di uccidere persone costringendole a restare all’interno delle loro case mentre noi le bruciavamo. Abbiamo persino dovuto sotterrarne alcune vive. Un giorno, io e i miei amici siamo stati obbligati dal nostro comandante a uccidere tutti i componenti di una famiglia, tagliarne i corpi e mangiarli… La mia vita è perduta. Non ho niente per cui vivere. Di notte non posso più dormire. Continuo a pensare alle cose orribili che ho visto e fatto quando ero un soldato.

In Congo migliaia di bambini continuano a essere rapiti dalle milizie che li costringono a combattere.

Amnesty International>

Passaparola |   

Cerca nel sito

Search