Viaggi

L’isola dei vulcani che furono

23 06 2003 - 10:59 · Flavio Grassi

Appena sceso dall’aereo ho pensato che sarebbe stato meglio andare da un’altra parte. Ero immerso in una nuvola gialla che creava un’atmosfera ovattata e vagamente irreale. Sapevo che cos’era, quella luce l’avevo gi√† vista: sabbia. L’aria era satura di sabbia impalpabile. Ne senti subito il sapore in bocca, penetra fino all’interno delle valigie, si deposita su abiti e macchine fotografiche. E, soprattutto, ti fa sentire disorientato. Come la nebbia fitta della bassa padana, ma peggio, perch√© questa √® anche carica di luce abbagliante…

Viaggi Magazine

Passaparola |   

Cerca nel sito

Search