Commenti

  1. Se ben ricordo, però qualcuno interessato a invaderlo (per portare la democrazia, ben inteso) c’è ...
    Pensieri Oziosi    1 02 2005 - 06:54    #
  2. Certo che in linea teorica all’India e magari alla Cina la cosa potrebbe anche fare gola, e ovviamente un’ipotesi del genere sarebbe un’invasione coloniale bella e buona.

    Ma per capirci bene: allo stato delle cose io non credo che mi scandalizzerei se gli Stati Uniti, la Gran Bretagna o chiunque altro proponessero una forza multinazionale di peacemaking sotto bandiera Onu. Solo che non succederà.
    Pfaall    1 02 2005 - 07:25    #
  3. E’ chiaro che il motivo principale del non-intervento occidentale (buono o cattivo che sia) e’ la scarsa importanza attribuita al Nepal. Ma e’ anche abbastanza vero che in questo momento gli USA farebbero fatica persino ad invadere Grenada (cfr. ad es. Thomas Friedmann sul NYT di domenica). Infine, siamo sicuri che la Cina non si opporrebbe in sede ONU?
    Emanuele    1 02 2005 - 11:34    #
  4. Premesso che non mi piacciono le invasioni, da qualunque parte provengano, mi chiedo se la situazione nepalese sia endogena o qualcuno ci soffi sopra e magari ci butti dentro anche dei soldi.
    Siccome sono completamente ignorante in materia, sarei grato a chiunque fosse in grado di illuminarmi un po’.
    Un grazie comunque a Pfaall per la continua informazione su genti e paesi che raramente sono nominati altrove.
    nicola    1 02 2005 - 15:28    #
  5. scusate le domande se vi sembrano inopportune: – in nepal c’e’ il petrolio ? – la ricostruzione del paese dopo una prima fase di bombardamento a tappeto (intelligente) quanti miliardi di dollari puo’ valere per l’Azienda specializzata ? – quanti voti garantirebbe la relativa campagna mediatica nelle prossime elezioni presidenziali americane ? – quale vantaggio strategico geopolitico deriverebbe dal posizionamento di un 100000 marines e armamenti vari in nepal ?
    occhilucidi    2 02 2005 - 19:27    #

non è più possible commentare questo articolo