Commenti

  1. Caro pacifista,

    sciaquarti la coscienza con la richiesta di “tirate d’orecchi” al regimi del Sudan mi pare ipocrita.

    Se ripudiamo la guerra, rinunciamo a fare qualsiasi cosa efficace per aiutare gli abitanti del Darfur e di tutto il Sudan meridionale.

    E la responsabilità ci (ti) resta. Magari è il male minore rispetto alla “missione di pace”, di chiaro stampo coloniale, che io auspicherei.

    Francesco

    PS Non credo ci sia bisogno di illustrare l’efficacia delle eventuali sanzioni.
    Francesco    13 07 2004 - 04:43    #
  2. A chi stai parlando?
    Pfaall    13 07 2004 - 04:50    #
  3. Alla fine mi decido a reiterare le scuse, visto che le prime (meno in ritardo), non ci stanno più. O forse ho sbagliato dall’inizio e non ci sono mai state.

    Dunque, pongo il problema che mi interessa in forma non polemica: cosa ci sarebbe di sbagliato nel mandare delle Forze Armate a separare vittime e cattivi nel Sudan meridionale, invece di usare il tempo, noi per trattative diplomatiche interne al mondo “civile” e alla fine per produrre richiami verbali, i cattivi per menar le mani più che riescono, le vittime a crepare di spada/scappare/crepare di malattie e fame?

    Visto che questo sito si occupa di problemi anche non di moda, penso che sia una cosa seria e spero che potrete aiutarmi.

    Francesco
    Francesco    19 07 2004 - 11:15    #
  4. Non ci sarebbe niente di sbagliato, anzi proprio così dovrebbe essere—se esistesse un’autorità sovranazionale in grado di decidere autonomamente l’uso di una forza armata propria. Ci sarebbe tutto di male se l’intervento fosse deciso e attuato da un singolo stato.
    Pfaall    19 07 2004 - 12:38    #

non è più possible commentare questo articolo